III. MUSEI

Museo Archeologico Statale di Cingoli: istituito dal Comune nel 1973 e poi statalizzato, il museo espone le numerose testimonianze della frequentazione del territorio comunale dal paleolitico all’età romana raccolte a seguito di campagne di scavo e ricerche di superficie.

Museo comunale e Pinacoteca civica “D.Stefanucci: istituita nel 1985, dal percorso espositivo, idealmente articolato in due sezioni: antica e novecentesca, che si sviluppa in otto sale, secondo un ordine cronologico.

SEZIONE ANTICA – Sale I-III

La sala I è dedicata all’esposizione di opere d’arte di epoca alto-medioevale (quali numerosi frammenti di architettura e decorazione scultorea longobarde) e del pieno medioevo (epigrafi, stemmi, ceramiche e maioliche).

Trovano esposizione in questa sala inoltre opere pittoriche del secolo XVI (particolare rilievo merita la raffinata Madonna in trono con bambino di Girolamo Nardini, del 1515).

La sala II è dedicata all’esposizione di opere pittoriche e scultoree dei secoli XVII e XVIII (menzione merita l’Immacolata concezione di Ubaldo Gandolfi, del 1771).

La sala III è dedicata al secolo XIX, specificatamente al primo trentennio di questo, con particolare rilievo dato alla figura del cingolano Francesco Saverio Castiglioni, eletto al soglio pontificio nel 1829 col nome di Pio VIII. Vi trovano collocazione oltre a opere pittoriche e scultore, vetrine con vestiario, utensili e armi dell’epoca.

SEZIONE NOVECENTESCA – Sale IV-VIII

Questa sezione si apre con la sala IV in cui trovano esposizione opere di artisti che hanno vissuto e si sono ispirati a Cingoli (da menzionare Castiglioni, Carloni, Muzi, Monti, Trubbiani).

Le sale V, VI e VII sono esclusivamente dedicate al pittore cingolano, cui il museo è intitolato, Donatello Stefanucci (1896-1987). Vi trovano esposizione una quarantina di tele dell’artista.

Nella sala VIII, l’ultima, trova luogo la ricostruzione dello studio dell’architetto, storico e intellettuale cingolano Cesare Emidio Bernardi, figura di spicco nella vita culturale della Roma del dopoguerra.

(Info: 0733-602877)

. . . . . .

Parco delle “Pietre vive“: esposizione di scultura contemporanea in un’area verde appena fuori le mura cittadine.

Museo internazionale del Sidecar: in una località a breve distanza dal centro abitato di Cingoli si trova questa struttura espositiva con una collezione unica al mondo di più di 100 pezzi, alcuni dei quali rarissimi e altri molto celebri per essere stati utilizzati in capolavori del cinema.

(Loc. Valcarecce, 13 – 0733.602651 – www.sidecar.it)